CORREREPOLLINO

Sponsor Team



C.R.G. SERVICES S.R.L.
VERONA


az. 600GROTTE-Chiaromonte


Commerciale Lucana
Senise






Gemi Aspiratori


Trail : azzurre d’argento a Badia Prataglia ! La nostra Mongelli non delude…..

19125156_10209596070072583_550562530_o

Trail: azzurre d’argento a Badia Prataglia!

10 Giugno 2017

Nei Campionati Mondiali della specialità, in provincia di Arezzo, bronzo individuale per Silvia Rampazzo. Quarto il team maschile italiano, vincono lo spagnolo Hernando e la francese Roche. Italia due volte sul podio nei Campionati Mondiali di trail a Badia Prataglia (Arezzo). La formazione azzurra conquista il secondo posto nella classifica femminile, trascinata dalla veneta Silvia Rampazzo che si mette al collo la medaglia di bronzo individuale in 5h11:07 dopo 49 chilometri. Per il risultato di squadra, fondamentali anche i risultati delle lombarde Gloria Giudici, dodicesima in 5h25:36, e Barbara Bani, 15esima con 5h28:25. Tra i sentieri del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, in gara 266 atleti: 153 uomini e 113 donne, da 38 diverse nazioni. Vittoria allo spagnolo Luis Hernando (4h23:31) e alla francese Adeline Roche (5h00:44), entrambi d’oro anche con la squadra. Al femminile bronzo alla Spagna, mentre il podio maschile viene completato da Francia e Stati Uniti, con il team italiano quarto. Migliore degli azzurri Christian Pizzatti, dodicesimo con 4h42:56, seguito da Stefano Fantuz (16° in 4h45:21) e Luca Carrara (24° in 4h54:24). Tra le donne più dietro Lidia Mongelli (21esima con 5h36:31), Lisa Borzani (24esima con 5h38:22) e Lara Mustat (35esima con 5h56:05), al maschile Massimo Mei (32° in 4h59:19), Fabio Ruga (50° in 5h14:00) e Georg Piazza (65° in 5h25:40). A livello individuale, argento per lo spagnolo Cristofer Clemente (4h24:31) e bronzo al francese Cedric Fleureton (4h28:03), nella gara femminile piazza d’onore per l’altra francese Amandine Ferrato (5h00:47), appena tre secondi alle spalle della connazionale Roche.

Un percorso difficile da interpretare, 49 chilometri con quasi 6000 metri di dislivello totale: molto veloce nella prima parte e muscolare nella seconda, quando le gambe dei concorrenti cominciano a dare segni di cedimento. L’anello ha toccato località di notevole fascino come l’Eremo di Camaldoli, la diga di Ridracoli, La Lama e la chiesetta di Pietrapazza coinvolgendo sette comuni del territorio. Dopo 9 chilometri, il primo a passare all’Eremo di Camaldoli è stato l’americano Andy Wacker davanti al francese Cedric Fleureton e al campione del mondo in carica Luis Alberto Hernando. Nelle posizioni che contano un altro americano, Cody Red, e lo spagnolo Miguel Caballero. Al femminile la statunitense Ladia Albertson conduce sulle francesi Adeline Roche e Amandine Ferrato. In casa Italia quinta posizione temporanea per Silvia Rampazzo, 10ª Gloria Giudici, 11ª Barbara Bani. Dopo 25 chilometri, alla diga di Ridracoli, il transalpino Fleureton si è messo davanti dando il cambio a Wacker, terzo assoluto sempre lo spagnolo Hernando. In quarta e quinta posizione ancora due francesi, Nicolas Martin e Ludovic Pommeret. Anche al femminile cambio al vertice con la francese Roche e la compagna di nazionale Ferrato che provano a mettere la freccia sulla Albertson. Sempre quinta una super Silvia Rampazzo.

In località Prato ai Grilli, archiviata la parte più muscolare di questo Mondiale, è passato in solitaria il transalpino Fluereton. Nonostante un evidente problema alla gamba, secondo uno stoico Luis Hernando a meno di 2 minuti. In terza posizione il finlandese Henri Ansio, segue un altro francese Ludovic Pommeret, decimo Christian Pizzatti. Sul traguardo Hernando vince e si riconferma campione sul connazionale Clemente e un provato Fleureton, al femminile chiudono quasi appaiate le due francesi Roche e Ferrato.

19096111_10209596071992631_94196498_o

Il Presidente :

GRANDE AVVENTURA…GRANDE VITTORIA..
Il segreto del successo di questa squadra sta nell’abbraccio finale di tutte le ragazze (Lidia ,Barbara.Gloria,Lisa,Lara e Silvia) all’arrivo e nelle guide Paolo Germanetto , Tito Tiberti , Fulvio Massa e tutto il team della nazionale… continuate così l’ambiente è quello giusto !!
Emozionarsi come un bambino mi ripaga di tutto il lavoro che c’è dietro alla guida di una società e nell’assolvere incarichi di comitato ; grazie a tutta la “famiglia” Correrepollino e a tutti coloro che hanno creduto e l’hanno supportata, ma soprattutto grazie da parte mia e di tutta l’atletica Lucana e non solo alla “mia atleta” Lidia Mongelli un atleta che non delude mai.
Forza c’è tanto ancora da fare….  La federazione noi tutti aspettiamo altri vittoria da te

19059633_10209602499713320_7400889277209930149_n

Amtonio Figundio – Lidia Mongelli

Condividi:
  • Print this article!
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter

Il Trail e la Corsa in Montagna del Sud “tifano per Lidia Mongelli”.

19021442_10209559656042255_1253261117_n

 

 

percorso_Mondiale_TSF_49km

 

 

 

 

 

 

 

 

Mongelli Lidia atleta Lucana Fidal del team ” Pz113 Atletica CorrerePollino”
———————————————
———————————————-
Trail: dentro le sfide iridate di Badia Prataglia
7  giugno 2017 – Vigilia iridata per Badia Prataglia: si corre sabato 10 giugno, ci siamo praticamente ormai. Le foreste del Casentino e i Campionati Mondiali di Trail, sulla inedita distanza di 49 Km. Format “breve” per la sfida iridata che debutta in Italia, proponendo un confronto che inevitabilmente spalanca anche il quadro dei possibili protagonisti al vertice.  Al via il campione mondiale uscente, lo spagnolo Luis Alberto Hernando, non invece la campionessa in carica, la francese Caroline Chaverot, che ha dirottato altrove i propri principali obiettivi per il 2017.
Francia e Spagna ancora un volta le Nazioni guida, ma attenzione anche alle ambizioni degli Stati Uniti, mai forse così competitivi nelle precedenti edizioni di una rassegna ancora abbastanza giovane nei suoi precedenti. Italia a caccia di qualche bella soddisfazione, ripartendo dalla non felice edizione del 2016: a Geres, in Portogallo, su distanza più lunga (85 Km) gli azzurri colsero un quinto (uomini) e un ottavo (donne) posto nelle classifiche per Nazioni, mentre il miglior piazzamento della trasferta seppe coglierlo l’altoatesino Georg Piazza, con il suo diciassettesimo posto. Ad Annecy, l’anno precedente, era andata meglio, con il bronzo a squadre delle donne e il quinto posto degli uomini, ma anche in quella occasione nessun azzurro era riuscito a cogliere un piazzamento nella top ten iridata.Intanto sono 37 le Nazioni partecipanti: dall’Algeria agli Stati Uniti, questo il dettaglio alfabetico del lungo elenco:ALGERIA, ARGENTINA, AUSTRALIA, AUSTRIA, BELGIO, BRASILE, CANADA, COREA DEL SUD, CROAZIA, DANIMARCA, FINLANDIA, FRANCIA, GERMANIA, GIAPPONE, GRAN BRETAGNA, GRECIA, INDIA, IRLANDA, ISLANDA, ITALIA, LETTONIA, LITUANIA, NEPAL, NORVEGIA, NUOVA ZELANDA, OLANDA, POLONIA, PORTOGALLO, REPUBBLICA CECA, SIERRA LEONE, SPAGNA, SVEZIA, SVIZZERA, UCRAINA, UNGHERIA, URUGUAY, USA.
Fonte corsainmontagna.it
——————————————————————————-
La Nazionale italiana Trail Running 2017 -Luca CARRARA - Marco DE GASPERI - Stefano FANTUZ - Massimo MEI - Georg PIAZZA - Christian PIZZATTI - Fabio RUGA - Barbara BANI - Lisa BORZANI - Gloria GIUDICI - Lidia MONGELLI - Lara MUSTAT - Silvia RAMPAZZO

La Nazionale italiana Trail Running 2017 -Luca CARRARA – Marco DE GASPERI – Stefano FANTUZ – Massimo MEI – Georg PIAZZA – Christian PIZZATTI – Fabio RUGA – Barbara BANI – Lisa BORZANI – Gloria GIUDICI – Lidia MONGELLI (Basilicata) – Lara MUSTAT – Silvia RAMPAZZO

———————————————————————————————-

Saranno tre giorni di festa e grandi aspettative in termini di prestazioni sia atletiche che organizzative, quelli che vedranno impegnate quasi 40 nazioni nel contendersi il titolo iridato in terra di Toscana in odor di Romagna. Il teatro di questa kermesse sarà infatti il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna in località Badia Prataglia, terra vergine e ricca di storia in equilibrio tra citazioni dantesche, eremi e siti impregnati di grandi misticismo, foreste assolutamente incontaminati e sorgenti d’acqua limpida che rinfrescheranno in un caldo giugno circa 1000 atleti tra professionisti e amatori.

——————————————————————————————————————-

img_DoveSiamo

 

 

 

—–

Condividi:
  • Print this article!
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter

14° Trofeo CorrerePollino “Chiaromonte Pz” 28/05/17

LOCANDINA CHIAROMONTE senza 2017

CLICCA :  28 maggio Chiaromonte Pz (nazionale) 14°Trofeo CorrerePollino

DOPOGARA :

 

18762343_10209458801560956_1785881939_n

18698774_10209457958939891_107648030_o

Gazz. del Mezz. 25/05/17

 

 

 

 

 

 

 

19104978_10209597327024006_2078985248_o

Gazz. del Mezz. 29/05/07

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi:
  • Print this article!
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter

La CorrerePollino in Nazionale……………………..

Lidia mongelli 2270713asics

La chiamata è arrivata….. è fatta Mongelli Lidia è stata convocata nella squadra della nazionale che rappresentera’, ai mondiali il prossimo 10 giugno, l’ Italia.

Unica lucana….. unica atleta del sud d’Italia.

Qualificazione arrivata dopo un quarto posto A Chiavenna So e un secondo posto tra  le donne e nona assoluta a Cantalupo Ligure Al.

La gioia dell’atleta, tesserata con la Asd  Atletica CorrerePollino, del Team La Sportiva e Ambassador Noene è grande . Ringrazia  tutti i suoi compagni  di corsa di Montescaglioso Mt che si sono alternati in allenamento ,  i suoi ” mister ” Luigi Saraceno e Gianni Andriulli,  il suo fisioterapista Ruggero D’Ascanio e il suo presidente Antonio Figundio che ha creduto in lei e ha fatto si  ( grazie anche agli  sponsor/Team/CorrerePollino : CRG Service, Sergio Petroli e C&P ) che il sogno si avverasse.

Ecco le  forti convocate:  Lidia Mongelli della CORREREPOLLINO, Barbara Bani e Gloria Rita Antonia Giudici  della FREE-ZONE , Lara Mustat   CIRCOLO MINERVA ASD, Lisa Borzani  BERGAMO STARS ATLETICA   e  Silvia Rampazzo della TORNADO.

Sì si parte venerdì per il ritiro a Badia Prataglia ( 19/21  maggio ) per visionare il percorso di gara,  dove a giugno si si sfideranno più di 40 nazioni .

10/06/2017  Badia Prataglia (AR) CAMPIONATI MONDIALI TRAIL

Portale Siritide News

Podio Cantalupo Giudici-Mongelli-Borzani

Il podio a Cantalupo Al : Giudici-Mongelli-Borzani

Convocati (1)

Convocate + tecnici

 

 

 

 

 

 

 

 

18556034_10212590466187353_3759371779445719971_n

18553652_10209405257502388_101404354_o

 

Condividi:
  • Print this article!
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter

Mongelli ci crede – Serra e Tucci sotto le tre ore…..

18120457_10210518925748393_1082564794_o

Mongelli Lidia

18159264_10210518945668891_742755374_o

Podio Mongelli Lidia

 

 

 

 

 

 

 

23/04/17  Val Bregaglia Trail  A Chiavenna gara che si snoda sui sentieri di confine tra Italia e Svizzera. Nonostante una deviazione nella seconda parte, dovuta al grave incendio che da qualche giorno sta devastando ettari di bosco sopra l’abitato di Piuro, il comitato organizzatore è riuscito a proporre una corsa tecnica che, nella sua competizione principe, aveva uno sviluppo di 43 km e un dislivello positivo di circa 2300 metri.

Ai nastri di partenza 426 concorrenti (un centinaio in più rispetto alla prima edizione) per la seconda tappa dell’EOLO FIDAL Mountain and Trail Grand Prix 2017, quella inaugurale della Trail Cup. Ma era anche prova di selezione per i Mondiali di trail che si svolgeranno in Italia, il 10 giugno a Badia Prataglia (Arezzo).

Il vincitore Marco De Gasperi ha stoppato il cronometro sul tempo di 3h49:54 tenendo dietro Fabio Ruga (4h04:03) e uno stoico Massimo Mei (Atl. Castello, 4h05:05), che nonostante una rovinosa caduta nella seconda parte di gara ha stretto i denti compiendo un primo importante step verso la convocazione in Nazionale. Poi al traguardo Stefano Fantuz (La Colfranculana, 4h15:49) e Christian Pizzatti (Gp Santi Nuova Olonio, 4h16:08).

Al femminile Silvia Rampazzo ha stravinto in 4h19:05. Con lei sul podio sono salite anche Barbara Bani (4h35:40) e Gloria Giudici (4h39:59), entrambe della Freezone. Nella top five di giornata anche Lidia Mongelli 4° (Atl. Correrepollino, 4h51:22) e Martina Brambilla (Carvico Skyrunning, 4h58:53).

serra

Serra Luigi

 

tucci

Tucci Francesco

 

 

 

 

 

Si e’ ben comportato domenica 23 aprile anche Serra Luigi di Sant’Arcangelo pz  che chiude (dopo averne corsa l’ultima 10 anni fa) la Padova Marathon con un ottimo 2.54’, accompagnato nell’avventura da Figundio (37 maratone all’attivo), Sarubbi e Mitidieri. Mentre tre settimane prima il 02 aprile un altro forte atleta  della CorrerePollino Tucci Francesco di Castrovillari aveva chiuso la Milano Marathon  in 2.59’.

 

 

 

Condividi:
  • Print this article!
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Twitter